EMDR

(Eye Movement Desensitization and Reprocessing)

EMDR, acronimo in inglese di “Desensibilizzazione e Rielaborazione Attraverso i Movimenti Oculari”.

Si tratta di un potente modello di psicoterapia, che ha aiutato milioni di persone in tutto il mondo a superare diversi problemi psicologici, in particolare il trauma psicologico e problematiche legate allo stress, soprattutto al Disturbo Post-Traumatico da Stress (DPTS).

Utilizzando un protocollo di lavoro specifico per desensibilizzare e rielaborare gli eventi traumatici attraverso la stimolazione bilaterale del cervello mediante il movimento degli occhi, tocchi bilaterali o toni uditivi.

A differenza di altre terapie basate solo sul “parlare” con l’EMDR non è così importante coloquiare, ma il processo emotivo interno di intercambio della informazione tra i lobuli, che aiuta a rielaborare l’evento traumatico da uno stato disfunzionale a uno adattativo.

I piú recenti studi in neuroscienze confermano l’efficacia di questo tipo di psicoterapia, grazie all’uso di strumenti quali la tomografía ad emissione di fotone singolo (SPECT), che ci permette di vedere la evoluzione a livello neurofisiologico del funzionamento del cervello, come si vede dalle immagini a lato.

Quali disturbi tratta l’EMDR?

Si trattano con successo senza precedenti tutti i tipi di trauma psicologico, che possono sviluppare una condizione nota con il nome di Disturbo Post Traumatico da Stress (DPTS), come ad esempio: gli incidenti violenti, abusi sessuali, separazioni, negligenza, bullismo, fobie, ansia, abbandono, lutto, esperienze traumatiche di diversi eventi, etc.

Scanner cerebrale. Prima e dopo EMDR®